Pisa: storia, arte e viva cultura

Pisa è una città ricca di storia e di arte, di guerre e di armonia, elementi ben intrecciati tra loro e che sono ancora visibili attraverso i monumenti della città, i suoi edifici storici, i nomi delle vie e radicati nello stesso spirito dei pisani. La città di Pisa e la sua comunità di cittadini sono e rimarranno nei secoli i custodi di un patrimonio artistico e sociale rinomato in tutto il mondo e che trova, in alcuni suoi simboli come la torre pendente, delle sintesi di bellezza, arte e umanità. 

La storia più affascinante ed appassionante della città parte dalla nascita della Repubblica di Pisa, l’antico Stato indipendente esistito dall’XI al XV secolo, che la vide anche divenire una delle maggiori repubbliche marinare d’Italia. Nel XII secolo i territori conquistati da Pisa, uniti alle aree di forte penetrazione commerciale, partivano dal centro-sud della penisola (allora Regno di Sicilia) e si estendevano per gran parte del Mediterraneo, fino alle terre dell’Impero Bizantino e addirittura fino ai cosiddetti “Stati Crociati”, sulle coste dell’Egitto, dell’attuale Siria ed Israele. 

Con il prestigio commerciale, troncato successivamente dalle guerre contro Genova e Firenze, andava di pari passo anche il prestigio artistico. E’ durante gli anni migliori della Repubblica Marinara, infatti, che Pisa divenne una delle città più belle d’Italia, che tutt’ora possiamo apprezzare in tutta la sua magnificenza, tra le sue strade, i suoi palazzi, le sue piazze e le sue chiese. Tutti questi elementi architettonici fanno parte di un museo a cielo aperto. Gli stessi palazzi, le stesse chiese, contengono essi stessi tantissime opere di pregevole fattura, create dai grandi maestri del tempo. 

La Torre di Pisa è sicuramente il simbolo della città più conosciuto in tutto il mondo, sebbene non tutti sappiano che si tratti del campanile della vicina cattedrale di Santa Maria Assunta, ovvero il Duomo di Pisa, capolavoro assoluto del Romanico, e in modo specifico del Romanico Pisano. Proprio il duomo rappresenta la testimonianza visibile e tangibile della ricchezza e del prestigio raggiunti durante gli anni della Repubblica di Pisa, la repubblica marinara che ha visto la sua fine nel XV secolo. 

Fortunatamente, l’arte è sopravvissuta alle guerre marinare. Oltre ai capolavori precedentemente menzionati, se ne possono aggiungere tanti altri, di cui parleremo su questo sito. Inoltre, dato che la città non si può raccontare senza parlare di chi la fa vivere, i suoi cittadini, parleremo anche della comunità pisana e dei suoi nuovi apporti alla cultura italiana, come ad esempio attraverso la Scuola Normale di Pisa.