Cosa Mangiare a Pisa, alcuni Piatti Tipici

pici-al-raguPisa è immersa in un territorio, quello toscano, in cui vi sono delle particolarità culinarie da non farsi scappare, poiché sono tipiche esclusivamente della zona. Un esempio è quello del cosiddetto Mucco Pisano, un nome molto mascolino e forse scherzoso con cui si identifica un particolare tipo di mucca allevata in una zona compresa tra Migliarino Pisano e la Tenuta S. Rossore, S. Giuliano, Pontasserchio. Si è diffusa dalla seconda metà del ‘700 e deriva dall’incrocio tra la razza bruna alpina con razze locali e successivamente con Chianina, Olandese e Durham. Si tratta di una mucca allevata in libertà o allo stato semibrado, caratteristica che va a ritrovarsi nel suo sapore marcato e nella sua tenerezza.

Pisa, capitale delle Zuppe?

Per chi non amasse la carne o fosse vegano o vegetariano, Pisa offre una grande varietà di zuppe e minestre. Esempi sono il bordatino alla pisana (con passata di fagioli, cavolo nero e farina gialla); la paletta (una specie di polenta, fatta con crema di farina di granturco macinata) ottima con i funghi anche se spesso viene accompagnata da carni e ragù; la zuppa alla pisana, fatta con pane raffermo (non salato), cavolo verza, cipolle, carote, fagioli piattelle (tipi di Pisa), pomodori, olio, sale e pepe (questo piatto prevede anche la variante con cotenna di maiale).

Le zuppe pisane sono davvero tante e tutte possono essere presentate sia in una variante completamente vegana, sia nelle varianti con carne e pesce, più numerose e richieste soprattutto nei ristoranti e nelle trattorie.

Città di mare e di fiume, il pesce non manca!

Pisa difende ancora il suo spirito di Repubblica Marinara ma anche di città a pochi chilometri dalla foce del fiume Arno. Ragion per cui, fa parte della valle del Valdarno inferiore, chiusa a nord dai Monti Pisani.

Le ricette di pesce abbondano, anche se è facile osservare che i piatti più richiesti sono quelli di carne, anche per via della grande tradizione di allevamento del mucco pisano e caccia nei dintorni della città.

Anguille in ginocchioni, baccalà coi porri, stoccafisso con patate, chioccioline di mare, seppie con la bietola e persino i ranocchi! Beh, questi sono sempre animali acquatici, perciò li inseriamo nel reparto dei piatti di pesce. Tutte queste sono ricette eccezionali che potrete gustare nei migliori ristoranti e nelle trattorie più tradizionali.

Voglia di buona carne? Pisa vi stupirà.

Oltre a tutte le varietà di zuppe che nelle varianti con carne, a Pisa si possono assaggiare numerosi piatti di carne, con prodotti di cacciagione della zona. La Toscana è infatti una delle regioni con più alta cacciagione in Italia. Per questo motivo, potrete gustarvi piatti con fagiano, lepre, daino, cinghiale, uccelletti, maiale (provate i fegatelli di maiale oppure il mallegato).

Un altro piatto di carne molto tipico è il peposo, un piatto antico originario della zona di Impruneta, che viene cucinato con la variante pisana.  Si tratta di uno spezzatino di tipo brasato, con manzo, cipolla, pepe e vino rosso, cotto per 5 ore in tradizionali cocci di terracotta.

 

Lost Password